25 settembre 2016

Gruppo: Cridola Tipologia: giro ad anello
Gruppo A. Partenza/Arrivo: località Borbe, m 1056
Dislivello: salita e discesa m 1.000 Quota massima: m 2060
Difficoltà: EE Tempo ore: 5
Gruppo B. Partenza/Arrivo: Passo Mauria, m 1300
Dislivello: salita e discesa m 880 Quota massima: m 2176
Difficoltà: EEA Tempo ore: 6.30
Cartografia: Tabacco, 1/25.000 foglio 016,
Accompagnatori: Paola Malamocco – Andrea Suar – Maurizio Scatolin cell 340 32 23 240
Partenza: ore 06.00 Rientro: ore 20.00 (indicativo)
In occasione del 90° anniversario della fondazione della nostra Sezione dedichiamo una escursione per salire al Bivacco Vaccari, bivacco in comproprietà del CAI Montebelluna e CAI Lorenzago. Sarà l’occasione per ritrovarci insieme e rivolgere un pensiero a tutti i nostri Soci non più tra noi. Sarà anche l’occasione di ripercorrere il sentiero Olivato rimesso in sicurezza e riaperto dopo diversi anni di chiusura.
Escursione di grande fascino in ambiente selvaggio, poco frequentato e panoramico.
Gruppo A
Dalla località Borbe (m 1056) prima del P.sso Mauria, attraverso una strada nel bosco di faggi, si sale fino a quota 1200 dove la strada diventa un sentiero che taglia in quota le pendici orientali della Val Cridola. Usciti dal bosco (circa m 1500) la vista si apre sul Cridola, Montanel e Miaron. Da qui la salita si fa più ripida ed impegnativa e, verso i 1900 m, si raggiunge la parete rocciosa che sostiene la Cuna del Cridola, per poi giungere al bivacco Vaccari in posizione splendida circondato dal Cridola (m 2060 m ore 3 ca.). Ritorno: per la strada di salita.
Gruppo B
Dal Passo Mauria (m 1300) per strada militare si sale all’ex Caserma del Miaron in posizione panoramica. Da qui si prosegue per il sentiero 325 “sentiero Olivato”. All’inizio tranquillo e panoramico tra i mughi, poi diventa una lunga cengia alternata da qualche canalino, un ghiaione ed una paretina attrezzata. Finita la cengia il sentiero attraversa una mugheta per poi arrivare ad una conca bellissima dove si trova il bivacco Vaccari (m 2060 m ore 3.30 ca.). Obbligatori casco ed attrezzatura da ferrata omologati. Ritorno: dal Bivacco Vaccari per il sentiero 340 si sale alla Forca del Cridola (m 2176), quindi si scende per sentiero tranquillo fino ad incontrare un canalino stretto e ripido che richiede attenzione. Da qui poi al bivio della Mescola e per sentiero 348 facile e panoramico fino alla forcella Fossiana. Si attraversa un ghiaione e poi in mezzo ai mughi su sentiero non impegnativo con però due passaggi attrezzati si giunge al Passo Mauria.

Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin

Leave a Comment