Gruppo: Colli Berici Tipologia: anello
Partenza e arrivo: Lago di Fimon (VI) m 30
Dislivello: salita m 430, discesa m 430 Quota massima: m 340
Difficoltà: E Tempo ore: 5 Cartografia: Carta Tecnica regionale 1:10.000 sez. n. 125110
Accompagnatori: Commissione Escursionismo
Il lago di Fimon rappresenta l’ultimo bacino naturale rimasto nel complesso berico e conserva alcuni aspetti naturali di estremo interesse. Il percorso, che si concentra attorno al lago, inizia dall’imbarcadero posto sulla riva occidentale dello stesso. Dapprima si segue la strada asfaltata che lo costeggia in direzione della località Capitello; si piega poi a dx per via Boeca seguendo costantemente la riva del lago fino alla fine di una breve salita, prendendo poi sulla dx la “Strada Vicinale delle Cappelle”. Questa ci porta alle prime case di Chiesa Vecchia a m 116 Dopo aver attraversato l’abitato, scendendo verso dx si continua lungo la “Strada del Praiolo” in direzione di Contrà Rappo a m 286. Ora si prosegue in leggera salita attraverso un rado bosco per pervenire a Villabalzana a m 342. Prima per sentiero poi per strada asfaltata si giunge a Contrà Mattiello a m 304. Attraversando in costa il Bosco dei Ghellini, si individua verso valle una carreggiata contrassegnata
Nella foto:
dai segnavia bianco-rossi del sentiero 14 che attraversa il promontorio di Lapio. All’uscita dal bosco si abbandona definitivamente il sentiero (bella veduta sul monte Zattolo) per intraprendere il percorso che attraversa dei
vigneti e poi si immette sulla stradina che ci porta presso l’imbarcadero. L’itinerario proposto si snoda lungo tratti asfaltati, sentieri e carreggiate, fra campagne coltivate, boschi e “scaranti”, incisioni più o meno profonde tipiche dei Colli Berici, impostate il più delle volte su linee di frattura lungo i ripidi versanti del rilievo.
L’escursione verrà effettuata assieme a tutte le diverse associazioni di
“amici della montagna” (gruppo Bellè, G.S.A.Montello, Gam Onigo, Amici Montagna Giavera ecc.) composte da numerosi soci della nostra sezione.
Vuole essere un importante momento di unione tra diversi gruppi ma con
un’unica grande passione.
Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin

Leave a Comment