MONTE ALTO
  • Event Time:

MONTE ALTO

Gruppo: Marmolada
Tipologia: anello
Partenza: Forcella Lagazzon
Arrivo: F.lla Lagazzon
Dislivello: salita m 1.300, discesa m 1.300
Quota massima: m 2.545
Difficoltà: EE Tempo ore: 8,00
Cartografia: Tabacco n.15
Accompagnatori: Tremonti Rolando e Francescato Michelangelo Cell. 346 249 5846
Partenza: ore 07.00
Rientro: ore 20.00 (indicativo)
Trasporto: mezzi propri

Si parcheggia nei pressi della F.lla Lagazzon (mt. 1356) e da qui ci si incammina per una larga mulattiera fino ad uscire dal bosco in prossimità della Baita Col Mont (mt. 1854 ore 1,30) bella vista verso il Gruppo della Civetta e delle Pale di S.Martino. La mulattiera ora diventa un marcato ma ripido sentiero che sale i pendii erbosi fino a pervenire alla f.lla dei Negher (mt. 2.286 – ore 3,00) – frequente è l’incontro con branchi di curiosi ed indisturbati stambecchi. Dalla forcella, così soprannominata per la presenza di rocce scure di origine lavica, si continua in quota in direzione della Cima dell’ Auta Orientale fino a mt. 2.400 circa e dopo aver oltrepassato un breve tratto attrezzato si abbandona il sentiero a favore di una traccia di tratturo (ometti) che gira verso destra. Qui il percorso sale diagonalmente e superando delle insidiose roccette di 2/3 metri, si perviene negli incantevoli alti pascoli del Monte Alto. Le tracce già esili scompaiono, ma per percorso intuitivo si può salire facilmente sulla vetta solitaria del Monte Alto (mt. 2.545- ore 4,30) dalla quale si può godere di un panorama mozzafiato sui gruppi circostanti. Dalla cima si ritorna leggermente per qualche ventina di metri sui propri passi per poi scendere, sempre per percorso intuitivo, i ripidi pendii erbosi fino a raggiungere un ampio pianoro. Proseguendo in leggera discesa verso est si assecondano le varie balze erbose ed in prossimità del rado bosco, ci si cala per un piccolo canale d’ erba e sassi fino ad incontrare il sentiero che a sinistra ci porta dapprima alla f.lla Franzei (mt. 2.009 – ore 5,30) e di seguito alla f.lla Pianezze (mt. 2.044 – ore 6,00). Dalla forcella si scende verso la omonima baita (mt. 1.655) passando per un cimitero di alberi bruciati da un recente incendio, ci si addentra nel bosco di conifere fino a raggiungere il Rifugio Lagazzon ed il parcheggio (mt. 1356 – ore 8,00).
Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin

Leave a Comment