unnamed
  • Event Time:

Gruppo: Clautani
Tipologia: anello
Partenza: Casso m 1200
Arrivo: Casso m 1200
Dislivello: m 1200
Quota massima: m 2228
Difficoltà: EE
Tempo ore: 6 – 6,5 ore
Cartografia: Tabacco 1.2500 foglio 021
Accompagnatori: Didonè Luciano (333 632 0940) – Favaro Tiziana
Partenza: ore 6.30
Orario presunto di arrivo: ore 17.00

L’itinerario inizia da Longarone, seguendo la strada statale Cimoliana, che porta alla località Casso dove, dopo aver superato alcune gallerie, lasciamo le auto o il pulman in un comodo parcheggio pubblico per attrezzarsi ed intraprendere l’escursione.
Attraversiamo la statale per prendere un piccolo sentiero, noto a molti per l’accesso ad una parete di roccia, che porta nel piccolo borgo di Casso che ci consentirà di riflettere sulle conseguenze della frana del monte Toc, che causò la tragedia del Vajont.
Ripresa la camminata, procediamo il sentiero CAI n. 393, il quale presenta un tratto iniziale boschivo ma più si sale più la via diventa stretta e rocciosa e ciò ci permetterà, con una breve sosta, di ammirare il panorama circostante.
Proseguiamo fino a giungere al monte Sterpezza dove si trovano i libri di San Daniele (tipologia di roccia stratificata) e da li si prosegue, attraverso un tratto pianeggiante, fino alla Cima Borgà q. 2228.
Dopo aver ammirato il paesaggio, intraprenderemo il cammino del ritorno lungo la stessa via dell’andata fino a Casso.

cai-admin