2-3 luglio 2016

Gruppo: Tricorno (SLO) Tipologia: anello
Partenza e Arrivo Rif. Klementa Juga (m 700) Quota massima: m 2245
Dislivello: 1° giorno salita m 730 2° giorno salita m 700 + 200, discesa m 1400 / 1600
Difficoltà: E / EE Tempo ore: 1° giorno 2.5 ore, 2° giorno 6.5 / 8 ore con salita al M Nero
Cartografia: KRN 1:25.000
Accompagnatori: Pietro Furlanetto, Denis Gallina cell 347 71 10 711
Partenza: ore 07.00 Rientro: ore 20.00 (indicativo)
Proseguendo nella celebrazione del primo centenario della prima guerra mondiale, dopo il M. MAtajur dello scorso anno, saliremo quest’anno il Monte Nero.
Il Monte Nero (m 2245), (KRN in sloveno, che significa monte tozzo), appartiene alla parte più meridionale delle Alpi Giulie e alla parte più occidentale delle Alpi di Bohini; sorge isolato sopra Caporetto (Kobarid) ed è facilmente distinguibile dalla pianura friulana, e con buona visibilità anche da Conegliano. E’ diventato famoso perché fu teatro della prima importante azione militare nella prima guerra mondiale, che portò alla sua conquista il 16 giugno 1915 da parte dell’esercito italiano, celebrata da una nota canzone degli alpini. La vetta offre all’escursionista una visione spettacolare a 360° su tutte le Alpi Giulie, Carniche, sul gruppo del Tricorno, sulLe Alpi di Bohini, e verso sud sulla pianura friulana, sulla laguna di Grado, sul Golfo di Trieste e sull’Istria, e se il cielo è limpido si può individuare perfino il Montello.
Descrizione del percorso.
02 luglio – Partenza da Montebelluna alle ore 7 con arrivo a Caporetto dove si può avere una prima visione delle gole dell’Isonzo (Soça) dal Ponte Napoleonico; si prosegue oltre Plezzo (Boveç), sotto il M. Canin, visitando altre due impressionanti gole dell’Isonzo. 10 km. dopo Plezzo si imbocca la verdeggiante valle di Lepena che si percorre fino al rif. Klementa Juga (m 700) dove si lasciano le auto e si fa la sosta pranzo. Qui inizia una comoda e mai ripida mulattiera che ci conduce in 2 – 2,5 ore al rif. Pri Krnskih Jezerih (m 1385) dove si pernotta. Vicino sorge il lago del M. Nero (m 1396), il più vasto lago d’alta montagna della Slovenia, una vera perla, specie verso il tramonto.
03 Luglio – Dal rif. si percorre in direzione ovest – sud ovest il sentiero che costeggiando il lago, e attraversando alcune polje, sale alla forcella Krnska (m 2056, ore 2 – 2,5); un sentiero più impegnativo (EE) conduce alla panoramica vetta del M. Nero, (ore: 1 andata e ritorno). Dalla forcella si procede in quota passando sotto le pareti del M. Rosso (Batognica) fino al p.sso Prag (m 2068), ora seguendo il sentiero n.1, Traversata Alpina Slovena, con alcuni brevi saliscendi e una dolce discesa si perviene al rif. dove si è pernottato, e quindi alle auto (ore: 3,5 – 4). Per chi fosse stanco o appagato dal panorama goduto, c’è la possibilità di accorciare il percorso.
Dislivello: 1° giorno m.730 – 2° giorno m. 700 + 200 in s. – 1600 in discesa. Durata 2° giorno – ore: 6 – 6,5 , 7 – 8 con salita al M Nero..

Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin

Leave a Comment