17-18 settembre 2016

Gruppo: M.Pasubio Tipologia: Anello
Partenza: Passo della Borcola Arrivo: Passo della Borcola
Dislivello: 1° gg.+800 -200 2° gg. +500- 1100 Quota massima: m 2232
Difficoltà: E Tempo 1°gg. ore 5, 2°gg. ore 7
Cartografia: carta Kompass 101 e Tabacco 056
Accompagnatori: Piazza Pietro- Tocchetto Antonio – cell. 320 66 62 550
Orario di partenza 07,00 orario presunto di arrivo 18,00

Escursione facile che raggiunge le zone a nord del Pasubio solitamente non raggiunte dai classici percorsi della Strada delle Gallerie o della Strada Degli Eroi. Siamo in uno dei principali teatri della guerra che cent’anni fa insanguinò questi monti e possiamo ammirare in modo particolare quella che fu la linea austro-tedesca. Per Thiene, Arsiero, Posina, raggiungiamo il Passo della Borcola dove parcheggiamo nei pressi della malga Borcola a m 1200.
Iniziamo con un tratto in discesa che ci porta a malga Gulva m 1087, poi in salita con sent. 148 fino ad intercettare un strada che seguiremo fino a malga Bisorte 1563 m, ottimo punto di sosta, con bel panorama sulla val Terragnolo e sull’altipiano di Folgaria. Proseguiamo ancora per strada e ad un bivio prendiamo a sinistra il 133 in Val Zuccaria. A quota 1903, ancora ad un bivio, a destra verso ovest, inizia la discesa verso il rif. Lancia m 1801. Ore 5. Sistemazione in rifugio.

2° gg. Ci avviamo verso sud, segn.102, poi 105, in leggera salita ma con tratti in piano fino a raggiungere il Piccolo Roite m2132, bella vista sulla sottostante Vallarsa , ma anche sul Carega, i Lessini, il Baldo, l’Adamello. Proseguendo passeremo per il Dente Austriaco, il Dente Italiano, la Cima Palon m 2232 zona teatro, cento anni orsono , di aspre contese. Scendiamo ora ,segn. 142, alla Chiesetta Votiva m 2070, poi con segn. 120 torniamo verso nord. Al bivio col 147, prendiamo questo sentiero, passiamo per malga Costa m 1845, indi divalliamo velocemente verso malga Borcola dove termina l’escursione. Ore 7.

Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin