PALE DI SAN MARTINO

Gruppo: Pale di S.Martino
Tipologia: anello
Luogo di partenza: Gares
Luogo di arrivo: Gares
Dislivello salita e discesa: mt. 1.400 Altitudine max: mt. 2.670
Difficoltà: EE Tempo di percorrenza: ore 8,00
Accompagnatori: Menegon Luciano e Scatolin Maurizio

L’ itinerario
Si inizia partendo da Capanna Cima Comelle (1333 metri) per ampia mulattiera che sale in direzione della Cascata delle Comelle dove vale la pena soffermarsi per qualche minuto. Il sentiero continua a salire tra mughi, aerei ponticelli e corde metalliche, pervenendo all’ omonimo Orrido, luogo suggestivo ed impressionante, dove fragoroso è il rumore dell’ acqua. Dopo circa ore 1,30 dalla partenza, si esce nel rilassante Pian delle Comelle (mt. 1.808) che si contrapposizione all’ oscuro Orrido appena oltrepassato.
Da questo lungo pianoro si ricomincia a salire per il ripido sentiero aiutandoci in diversi tratti da funi metalliche (Il Lastedel ore 2,30). Si perviene ad un bivio ( Pian dei Cantoni mt. 2.313 ore 3,15) dove si abbandona il sentiero che porta al Rifugio Rosetta e si gira a destra in direzione del Passo delle Farangole. Da qui inizia uno dei tratti più impegnativi ed entusiasmanti dell’ intero percorso perché caratterizzato da aerei saliscendi ma sempre su terreno ben battuto. Oltrepassato il bivio che a sin. porterebbe in Val Strut, si continua invece per il sentiero nr. 703 fino ad affacciarsi nella Val Grande (ore 4,30). Un anfiteatro di torrioni e pareti appare davanti a noi – ci si trova nel cuore del settore settentrionale delle Pale di S. Martino. Si sale in discreta salita fin quasi alla base del Campanile del Focobon e trascurando il sentiero che prosegue verso il Passo delle Farangole si monta sulla Banca delle Fede, una cengia naturale che ci permette di arrivare al Passo omonimo ( mt. 2.670 ore 5,30) – straordinario punto di osservazione verso l’invalicabile Passo del Focobon che separa la Cima di Campido da quella del Focobon. Si scende l’altro versante tra ghiaie ed erbe fino a raggiungere il recondito ed incantevole Pian di Campido ( mt. 2.420 ore 6,30). Il sentiero ora aggira le pareti di un caratteristica croda “ La Taiada” e si affaccia sulla Val di Gares. Si scende dapprima leggermente per balze erbose e poi ripidamente per sentiero ben battuto fino alla Frazione di Gares e di qui al parcheggio (ore 8,00).
Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin