CAI-2017-34
  • Event Time:

Gruppo: Sorapis
Tipologia: anello
Partenza e arrivo: Passo Tre Croci m 1808
Dislivello: salita e discesa m 750 (m 250 gruppo B)
Quota massima: m 2307 (m 1928 gruppo B)
Difficoltà: Gruppo A: EE – Gruppo B: E
Tempo ore: 6 (5 gruppo B)
Cartografia: Tabacco 1:25.000 foglio 003
Accompagnatori: Luciano Didonè, Vincenza Petrin – cell 366 26 444 74
Partenza: ore 6.00
Rientro: ore 20.00 (indicativo)

Partenza dal passo Tre Croci con una bellissima veduta sulle guglie del Monte Cristallo, monte Popena, in lontananza su Misurina e le Tre cime di lavaredo.

Gruppo A
Il gruppo inizia l’escursione nei pressi della Cappella del passo, lungo il sentiero 213, inizialmente una stradina semi-pianeggiante poi in leggera salita fino ad incrociare il segnavia 216 (m 2150). Lasciamo il sentiero 213 e proseguiamo con direzione est, il fondo diventa ora di ghiaie e roccette fino a giungere alla forcella Marcuoira (m 2307). Appare in questo versante la suggestiva conca dell’Alpe Cadin del Loudo nel cui fondo ci si cala rapidamente. Incontriamo a breve una piccola cengia attrezzata con corde metalliche per poi proseguire tra ghiaie, roccette, radici di pino mugo ecc, per arrivare in fine al Rif. Vandelli m 1928.

Gruppo B.
Nei pressi dell’albergo del Passo Tre Croci, si scende il rettilineo per qualche decina di metri in direzione Misurina, fino ad incontrare a destra un cartello indicante l’inizio dell’itinerario, sentiero 215. Si attraversa un prato poi si volge a sinistra passando vicino ad alcune fortificazioni. Sempre in falsopiano, si aggirano a mezza costa le Cime di Marcuoira, si passa una valle boscosa, proseguendo in lieve salita. Usciti dal bosco si prosegue per il sentiero, in parte tagliato nella roccia dal bastione della Cima del Laudo Est (un tratto esposto; qualche scala e corda metallica). Una cengia rocciosa è agevolata da corrimano metallico che consente di traversare la parete con maggiore sicurezza. Ancora qualche saliscendi e da ultimo si raggiunge il Rifugio Vandelli
A propria scelta, c’è la possibilità di raggiungere, a soli 5 minuti dal rifugio, il magnifico laghetto ed inebriarsi con quella fantastica luce color verde acqua dalla corposa densità ad ammirare l’imponente dito di Dio.
Per tutti il rientro al passo Tre Croci avverrà lungo il percorso precendentemente seguito dal gruppo B.

cai-admin