30-31 luglio 2016

Gruppo: Dolomiti di SESTO Tipologia: anello
Partenza e arrivo: Moso in Val Fiscalina m 1451 Quota massima: m 2717
Dislivello: 1 gg salita m 1350 discesa m 500, 2 gg salita m 600 discesa m 1450
Tempi ore: 1 gg ore 6,50 ore, 2 gg ore 6 Difficoltà: EEA
Cartografia: TABACCO 1:25.000 Foglio 10
Accompagnatori: Romano Piccolo, Maurizio Scatolin cell: 349 34 30 432 / 338 65 25 469
E la scuola i Salvan
Partenza: Sabato ore 07.00 Rientro: Dom. ore 20.00 (indic.)
Sabato: il primo giorno partiamo da Campo Fiscalino presso Moso per il rifugio Locatelli. Saliamo per il sentiero 102 e la val Sassovecchio e in circa 3 ore arriviamo al rifugio a m 2405. Dopo aver ammirato le TRE CIME nel loro aspetto più conosciuto e maestoso prendiamo il sentiero 101 che ci porterà al rifugio Pian di Cengia a m 2528 dove sarà la Croda de Toni a far da protagonista, circa ore 1.30 dal Locatelli.
Dopo una piccola pausa, sempre sul sentiero 101, ci incamminiamo verso il rif. Comici per poi salire alla forcella Giralba, sul sentiero 103 e scendere al rifugio Carducci dove pernotteremo, circa 2 ore dal pian di Cengia.
Domenica: dal rifugio risaliamo per sentiero 103 alla forcella Giralba, scendiamo verso il rif. Comici e nei pressi del lago ghiacciato giriamo a dx per sentiero 101 ed entriamo nella busa di dentro che ci porterà all’attacco della strada degli alpini. Aggirato il dosso della Lista si percorre la cengia della salvezza. Con un suggestivo dentro-fuori ci portiamo sulle cenge detritiche di cima Undici fino ad arrivare alla forcella omonima, ore 2.30 dal rifugio Comici.
Dalla forcella al Passo della Sentinella il percorso si fa più difficile ed esposto anche se ben attrezzato con attraversamento di canaloni con neve e ghiaccio anche in periodo estivo, circa un’ora dalla forcella.
In discesa prendiamo il sentiero 124, abbastanza ripido ma attrezzato, ben segnalato e in circa 2 ore arriveremo al rif. Fondovalle e al successivo parcheggio.
La strada degli Alpini è uno dei percorsi più belli delle Dolomiti.
Storia, natura e panorama sono solo alcuni degli aspetti che vivremo lungo il tracciato.
Il percorso è impegnativo adatto ad escursionisti allenati e con passo sicuro.
Set da ferrata, casco e imbrago a norma obbligatori.

Vedi a pagina 13 il regolamento escursionistico completo.

cai-admin